venerdì, marzo 2

Disorder

Non è la canzone piu' triste che abbiate mai sentito? Per quel che mi riguarda, sì...

17 commenti:

federico ha detto...

E' parecchio triste! ;)
Per quanto mi riguarda, la canzone più triste che io abbia mai sentito è qualsiasi canzone dei Mogwai. Infatti non li ascolto mai.

Seek ha detto...

Perchè triste? certo non è bellissima. Se penso a qualcosa di triste, musicalmente, penso ad es. ai Red House Painters. Ma a quella tristezza che ha un fascino ed è intrisa di una forma di bellezza e della consapevolezza della propria condizione: triste appunto :(

Seek ha detto...

E che mi dite di Thalia Zedek? mi sento di citare anche lei qui.

Zonda ha detto...

La storia e' triste Seek. Presta attenzione alla storia...

Comqunque è vero. Le canzoi piu' belle, come questa, riescono ad unire tristezza e dolcezza in un connubio a dir poco consolatorio.

Thalia non la conosco o non la ricordo :\

Seek ha detto...

Ah... l'ho sentita a volume basso (ragioni d'ufficio, diciamo). Potresti intanto postare la lyric della storia?

Zonda ha detto...

In giro non si trovano. Lo aggiungo fra i "compiti per casa" :P

La canzone comunque è "Two Flames" dei "Dots + Borders"

Seek ha detto...

Grazie zonda, così potro' capire meglio la tristezza anche IO.. :P

p.s. per uno col mio (vero) cognome non è affatto facile!!

Zonda ha detto...

Taci... che il tuo cognome una volta ti ha risparmiato anche una multa! :P

Seek ha detto...

Anche questo è vero. In casi (abbastanza) rari, ha aiutato. Poi molti appena lo apprendono mi fanno subito i complimenti (come se l'avessi scelto io!). E comunque un cognome (un maschio) non lo puo' cambiare... quello che pesa è la condizione di portarsi dietro una responsabilità non da poco: quella di aver raggiunto fin dal battesimo quello a cui tutti aspirano!!! :)

Zonda ha detto...

"Come se l'avessi scelto io": MA LOL! XD

Puoi scrivere al presidente della Repubblica...

La respondabilita' e' altra.

The importance of being happy! :)

Io invece vorrei che piu' gente imparasse ad essere triste.

Seek ha detto...

"vorrei che piu' gente imparasse ad essere triste" non è un proprio un bell'augurio... e' dedicato ai tuoi nemici (se ne hai)... o è troppo profondo da comprendere (per me)...???

Zonda ha detto...

La seconda che hai detto. Diciamo che la penso come Billie Crystal in Harry Ti Presento Sally e Humpty Dumptyi in Colite Spastica.

Ci sono persone che cercano un'apparenza di felicita' forzata ad ogni costo, tanto da sembrare veramente dei fantocci.

Capisco che avere intorno della gente un po' scarica sia comunque una sorta di fastidio, ma la gente vuota o anestetizzata mi fa' venire una certa allergia sociopatica.

Viva le persone schiette e sincere. Che possano sempre dare il massimo e vivere (anche e il piu' possibile) momenti felici.

Zonda ha detto...

Se tutto fosse sempre e comunque felicita'... sai che palle! :)

(e "la vita non e' poi cosi' dolce se non hai prima provato cos'e' l'amoaro")

orsetto lavatore ha detto...

Secondo me se ti radi i capelli a zero spaccheresti

Seek ha detto...

Credo che la condizione umana sia intrisecamente triste (chissà invece cosa ne pensano le piante?) Apprezzo i tuoi sforzi per alleviarcene le pene. Grazie Zonda: il tuo Blog è un toccasana!

Zonda ha detto...

@ Orsomanno: E se provassi un cappello a falde larghe? :P

Comunque rispetto alla foto ci ho gia' dato un bel taglio...

@ Seek: Ma no dai. Ci sono momenti belli e momenti brutti. Sta nel sapere cogliere quelli belli e riuscire a estirpare quelli brutti :)

Grazie a te :)

Zonda ha detto...

Poi mi occorrerebbe anche un paio di trampoli e comprare dei vestiti miei...