lunedì, giugno 16

Parallel Lines


WildHeart
e' un genio. E ho la grandissima fortuna di essere amico di questo genio. Che ha un approccio diversissimo da quello che ho io con le canzoni. Ovvero. Quando ho un'idea mi ci butto a capofitto, orgasmo mille soluzioni melodiche, spermiento, poi lascio li', esamine e con la voglia di fare ascotare subito quello che e' uscito dal mio cervello leso. Wildheart invece ti stupisce. Come i coccodrilli. Sembra immobile, inattivo, medita medita, perfeziona meticolosamente... poi * ZACK!! * se ne esce fuori con un'incredibile edit di Tiny Trains come questo.

Let us know :)

3 commenti:

fruskio ha detto...

Porca pupazza ma è spettacolare!!!

Zonda ha detto...

AHAHHA! Grazie :P

Zonda ha detto...

Troppo bella per non copiaincollarla :D


"Per puro caso il tuo schizzo della versione acustica dura 4:08 che è
esattamente la durata della Tiny Trains che ti ho spedito io. ^__^ Forse è
destino che quel brano debba durare 4:08..."