lunedì, febbraio 26

POP! (Goes My Heart)

.

.
E' da tanto che non vedevo una commedia cosi' ben realizzata e soddisfacente come Music & Lyrics

Buona sceneggiatura (ottima, soprattutto sentendo il peso di dover dimostrare quanto un buon testo debba essere in grado di supportare un buon acting e quanti attenti appassionati di musica avrebbe attirato), ottimi attori, veramente umani, simpatici e coinvolgenti (vedi CORA CORMAN! ), regia veramente attenta e magistrale nel cogliere quel miliardo di riferimenti alle piu' importanti commedie americane ("Manatthan", "When Harry Met Sally") e ad una cultura pop musicale che sguazza in piu' di vent'anni di vestitini ai minimi termini, frullate d'anca e ammiccamenti.

"Scrivimi una canzone" (solito titolo fetuso per la versione italiana). Ovvero: un giorno qualcuno nei posti alti si deve essere alzato, deve avere ascoltato "Andrew Ridgeley" dei "Black Box Recorder" e deve aver deciso di trarre un film dalla canzone.

Ormai Hugh Grant ha abbandonato quel ruolo da triglia sbiadita a cui era stato relegato nei primi anni novanta, e si sta evidentemente specializzando nella figura dell'uomo di mezz'eta' single spiantato e felice di esserlo con una chiara propensione per la musica orecchiabile.

Fatto sta che Music & Lyrics mi ha conquistato fin dal primo secondo. Perche' capisci subito, quando un film apre all'istante con il remake della summa di quanto di piu' turpe ci hanno proposto gli anni 80 sotto forma di video musicale MTV, che quello che ti trovi di fronte proiettato sara' un lavoro ironico, coraggioso, intelligente e curato.

Interessante notare come Alex Fletcher utilizzi lo stesso "metodo di registrazione fai da te" che utilizzo io per incidere (paro paro). Solo che lui lo suona per il verso!

Eccezionale anche lo stravolgimento della "bravissima" Cora Corman (Karma Koma? Somma delle varie Britney Spears, Madonna, Cristine Aguilera) della canzone scritta per lei, da poter tranquillamente reggere il confronto con la piu' ritmata delle canzoni di Medulla!

Altro brivido musicale sui titoli di coda. Parte quella tastierina cosi' tanto catchy su una base di chitarra acustica pressoche' perfetta.

"Ma io questa la conosco", faccio con Seek. E la conoscevo si'! Solo che ritenevo praticamente impossibile che qualcuno la scegliesse come testimonial di un film! Era "Work To Do" dall'ultimo album degli AMERICA, presto in concerto a Bologna!!!

Praticamente un film tagliato su misura per me. Chi viene a rivederlo? :)
.

.

2 commenti:

AIRPOP ha detto...

"POP! Goes my heart" la esigo in un prossimo djset!
E in pista colpi d'anca a go-go!

Zonda ha detto...

Ma sai che e' stata LA PRIMA COSA che ho pensato quando ho visto il film e la prima cosa che mi ha detto Seek quando siamo usciti dal cinema ? :D :D :D
("Questa la metti su', vero?")

Pero' non era una richiesta... era quasi... rassegnazione! :D

Per me una sequenza ideale sarebbe.

Wham Rap
Pop! Goes My Heart
I'm From Barcellona
The Party is Crushing us

Ma ancora devo decidere l'ordine :D