sabato, marzo 17

That is the way


Cosa ricordero' di piu' di questi giorni passati in Australia? I 40.4 gradi all'ombra? I disagi dettati dall'eccesso di Milk&Jin? I proto-topo canguri che abbiamo cacciato con la comitiva? Le ballerine di hula-hop in bikini sulla spiaggia? No. Gli incubi.

Incubo numero 1. E forse qualcuno dovrebbe riternersi colpevole in merito. Ho sognato che mi inviavate delle cartoline con delle meduse morte, e passavo tutto il tempo a vagliarle per selezionare quelle meno inquietanti e bruciare le altre

Incubo numero 2. Ho dormito con la luce accesa. Ogni mezz'ora aprivo gli occhi. E ogni volta che li aprivo la disposizione della mia camera nel bungalow era diversa. Uno di quei momenti li ho aperti e ho pensato: "ecco. questa e' perfetta". Ma poi la disposizione e' tornata a cambiare le volte successive. La mobilia era sempre e assolutamente la stessa, e ogni volta che mi "risvegliavo" appariva anche una descrizione della camera in stile Ikea. Ogni volta diversa. Chiaramente.

On my way back. Per fortuna.

7 commenti:

Anonimo ha detto...

oh ma allora nn li faccio solo io i sogni malati....
cazzo avrei bisogno di freud....
eri

Zonda ha detto...

D'altronde cosa direbbe Freud se fosse vivo? "Cazzo, come sono longeveo..."

Lale ha detto...

mi hai portato una coppia di Koali?

len ha detto...

ops..

Seek ha detto...

Intanto le belle ragazze vanno alle Hawaii....

Zonda ha detto...

@ Lale: Ah!Ah!Ah! I CoalI! Me li ero scordati! :D :D :D

Ne ho ammazzati un paio a mani nude, ma poi li ho buttati fuori dal finestrino dell'Oceanic 801 perche' avevano cominciato a puzzare. Avro' causato qualche incidente?

@ Seek: Non ho capito. Ragazze o viados?

Zonda ha detto...

@ Len: Che "ops"! Adesso vi prendete le vostre responsabilita'... e mi inviate delle gran cartoline di Meduse :P