sabato, luglio 12

Mask


Io non appena sento la parola Mask ogni volta mi viene in mente il cartone animato. Avete presente quello americano, fine anni ottanta, con i veicoli che si trasformavano in mezzi da combattimento, a meta' ftra Transformers e J.I.Joe. Invece accade che ieri ho inciso, almeno solo chitarra e voce, un pezzo che avevo buttato sulla carta da un pezzo e ancora non avevo trovato tempo di registrare. Un'amica poi ha insistito per sentire un'anteprima.

Questa e' solo una prima bozza, e' "Febbraiocentrico", l'ispirazione e' un chiaro tributo agli Smiths, e parla di Carnevale. Almeno, dei sentimenti che puo' suscitare l'idea del carnevale. Ho parlato di una persona senza amici, paralizzata da troppa noia e successo, che chiede alla nuova fiamma di celare per un giorno la sua identità trascinandolo in una festa in grado di trasformare in luce e colori il grigiore sepolcrale delle sua vita ordinaria, prima di tornare alla normalita'.

Chiaramente l'ho incisa molto infretta e ho scazzato qualche parola.
Vi rimando al blog dei Tiny per il testo.

Questa intanto e' la demo acustica:

Tiny Tide - Mask Me Mask Me Mask Me (Acoustic Version)

2 commenti:

accento svedese ha detto...

Ho sempre desiderato i Transformers, ma mi sono sempre accontentato dei ben più tamarri Masters. :)

Zonda ha detto...

I masters erano una sborata! Ne avevo una sfilza!!!