domenica, ottobre 12

'CMON LMALL...


- Ma a che ora cominciano i concerti al Covo?
- Ma. In genere molto tardi.
- Tipo? Dieciemmezza?
- No P., a volte si e' arrivati anche a iniziarli a Mezzanotte
- MA IO VOGLIO TORNARE A BRESCIA!

Dopo un'esilarante discussione su Facebook, sono passato ad una delirante discussion SU Facebook, inteso come argomento di conversazione! Io e Matt Share, sulla rotta per Bologna, ne abbiamo sparate veramente a raffica sul social network piu' popolare del momento...

Arriviamo al Covo, mi accorgo di avere simpaticamente dimenticato il portafoglio in macchina a Forli' (dov'era? in bella mostra sul sedile lato passeggero!), saliamo le storiche scale antincendio del club bolognese, vedo Mireille all'ingresso.

- CIAOOOO!!
- ... guarda che hanno gia' cominciato....

Svicolo a mancina verso la saletta del concerto (che fortunatamente e' rimasta nera)

Finisce il brano, Fabio (che suona anche da infortnato, un eroe!) mi vede e:"CIAO MAMMAAA!!!".

Ale:"I nostri concerti ormai sono sempre raduni di amici. Conosciamo il codice fiscale di tutti voi"

Che dire del nuovo corso LMALL. Una volta ti limitavi a considerare quanto erano carini. Oggi spaccano proprio i culi! Per strada, in macchina, mi ritrovavo a pensare quanti gruppi ho spuntato via dagli appuntamenti di Last.FM perche', visti una volta, mi andrebbero veramente a noia se ascoltati per un concerto intero. Ecco: i Lunetti li vedrei sempre volentieri anche una volta a settimana!

Durante la pausa bis (il gruppo di Brescia era troppo pigro per uscire e tornare sul palco senza un backstage) mi era venuta voglia di richiedere a gran voce "Apples", ma avendo mancato l'inizio del concerto avevo paura di fare una figuraccia. Magari l'avevano gia' fatta!
... e invece parte proprio "APPLES", e comincio a saltare, ballare e gridare come un cretino "COMON EPPOOOOLS!!!" spaventando la vicina Mireille! L'idea di sentire una canzone cosi' geniale ed energetica, dove la band incita di fatto un'altra band, che e' pure tra le mie preferite... non so, crea un effetto strano, come se musicisti e pubblico stessero incitando sinergicamente la stessa cosa. E neanche gli Apples... probabilmente l'idea di certa musica in se.

A fine il concerto le cose di cui mi piace sempre meravigliarmi, e a cui piacevolmente non riesco mai a fare l'abitudine. Il numero di amici da concerto con cui scambiare due chiacchiere, le frecciatine indievelenose ("ora che non c'e' il fumo per rendere il Covo ugualmente londinese hanno importato un po' di ragazze dall'Inghilterra"), che la gente ai banchetti RICHIEDA I VINILI al posto dei cd!

La serata termina ascoltando "Plaska Plaska" sulla strada di casa. Nessun modo migliore per chiudere un buon sabato sera dentro il garage prima di infilarmi a letto.


Ecco alcune foto.
Video 1
Video 2
Video 3
Video 4

4 commenti:

Disorder ha detto...

uhm, cos'è precisamente questa storia della mancanza di fumo? (sarebbe una novità positiva, per quanto mi riguarda)

Zonda ha detto...

Non so. Forse non c'era nessuna coercizione esplicita e si e' trattato semplicemente di un'assurda coincidenza cosmica spazio temprale. Qualche timido ribelle tentava nell'ombra di riscattarsi da questa inaudita moda del non-fumo... strappando alla notte un atitmo di tenera trasgressione.

Fabio ha detto...

Ciao Mamma mi sembrava il minimo !
-O^O-

Cody ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.